buono il primo

ed ecco che finalmente si riesce a fare una prima cena, non la chiamo festa visto che sono pure stato ripreso per non aver fatto il dolce e per l’assenza dello spumante.

purtroppo il fotografo era molto fraido e quindi non in grado di armeggiare correttamente con la macchinetta fotografica, quindi le testimonianze al momento sono assenti.

il menù prevedeva:

  • antipasti:
    • corstino caldo pomodoro & mozzarella
      pomodoro, condito con olio, sale, origano, pepe
      mozzarela
      spalmare il pane con il pomodoro, aggiungere la mozzarella ed infornare fino a doratura della mozzarella.
    • crostino caldo stracchino e salsiccia
      stracchino e salsiccia,
      mescolare e spalmare sul pane, infornare fino al grado di cottura della salsiccia desiderato.
    • crostino caldo ai formaggi
      1 baguette
      100g emmenthal grat.,
      100g parmigiano grat.,
      1 uovo,
      2 cucchiai panna,
      1 cucchiaio di senape,
      2 cucchiai di vino bianco secco.

      Mescolare tutto e spalmare sulla baguette tagliata per il lungo (e poi a pezzetti per porzione) e spalmata di burro
      Infornare per qualche minuto, io ho dovuto usare il grill+ventilato per fare la crosticina sopra, occhio che si bruciano (gli ultimi agli angoli si erano anneriti)

  • Bis di primi (riuscito male, perchè dopo il primo chiedendo quanta pasta buttare per il secondo tutti hanno risposto “poca, poca” e poi quando ho servito non bastava…. i commensali che fanno i complimenti, veramente fraidi)
    • sformato di riso ai due colori con salsa ai formaggi
      380g di riso
      150g di taleggio
      2 dl di panna
      100g di spinaci
      pomorodo per un po’ di sugo semplice
      qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato
      1 bicchiere di vino bianco
      burro
      parmigiano
      brodo
      cipolla
      erba cipollina
      pepe, sale

      cuocere il riso come per il risotto, ovvero tritare la cipolla e farla appassire, aggiungere il riso e tostarlo, aggiungere il vino bianco e far sfumare. aggiungere il brodo via via fino a cottura. Togliere dal fuoco al dente e mantecare con parmigiano ed una noce di burro.

      tritare con il mixer gli spinaci e passarli in padella con un filo d’olio. Non avendo gli spinaci freschi ho usato quelli surgelati, bolliti e a fine cottura scolati e strizzati, poi tritati al mixer con un filo d’olio.

      fare del sugo, io ho usato della semplice passata con due foglie di basilico, la ricetta originale propone l’uso di pomodori freschi, ma non avevo tempo.

      dividere in due il riso e mescolare con il sugo di pomodoro da una parte, l’altra parte invece con gli spinaci.

      foderare le cocotte o lo stampino con della pellicola, fare uno strato fino alla metà circa con il riso verde e terminare di riempire con il riso rosso.

      per preparare la salsa, in un pentolino a fuoco basso far sciogliere il taleggio nella panna, insieme al parmigiano. Aggiungere l’erba cipollina ed il pepe abbondante.

      servire mettendo nel piatto fondo uno po’ di salsa e lo sformatino sopra.

      questo piatto pare abbia riscosso successo anche presso insospettabili (vedi luda genesis) seppure se in versione solo riso rosso e salsa visto che il verde come colore proprio non piace…

    • Carbonara
      direi che per questa ricetta non serve alcun tipo di ricetta….

Il tutto è stato servito con al seguito

  • Prosecco
  • Montefalco rosso, mica sono sicuro ma credo fosse Sagrantino
  • Cannonau
  • Un altro rosso, non ricordo, forse Morellino

A fine pasto

  • Caffè
  • Jagermaister
  • Limoncello (immancabile)
  • Gelato

A me pare sia andato tutto bene… agli invitati il commento.

Gli invitati (bravissimi ragazzi!) ci hanno anche portato dei regali 🙂 un mazzolino di fiori, una piantana da mettere in salotto in tono con il colore del divano, ed servizio da 8 di bicchieri. Questo ha fatto si di tenere occupati alcuni invitati per diverso tempo con un bel gioco “Stacca i bicchieri”, visto che il commesso aveva avuto la brillante idea di inserire un bicchiere da vino dentro il bicchiere da acqua facendolo incastrare in maniera praticamente perfetta. Il Batty, quello più occupato dal gioco, mentre gli altri se ne stavano spaparanzati sul divano provando qualche gioco della Wii, forse per colpa anche della quantità di alcool nel sangue (quindi particolarmente fraido) le ha tentate tutte, acqua fredda e acqua calda (scottandosi), acqua e sapone, una limetta (ringando il bicchiere), squotendolo, tirando, spingendo, ci mancava solo il lancio dalla finestra. A fine serata però la Mary con un gesto da mago Silvan in 2 minuti ha concluso il gioco 🙂 lasciando il povero Batty con un palmo di naso e riscuotendo l’applauso di tutti.

Adesso si dovrà organizzare la prossima cena… solo che mo devo trovare un altro gioco con cui impegnare il Batty… 😛 Ab3rro suggerimenti?

Annunci

Situazione a (g) giornata…

Arieccoce, apparte il fatto che l’omino aberrante sta continuando a spappolare il sottocoppa dello scroto con la festa ma senza dire quando ha intenzione di presentarsi di nuovo da queste parti….

Ieri sera per l’ennesima volta abbiamo provveduto a disfare qualche scatola/valigia. Il risultato è l’aver appurato che abbiamo bisogno di un altro armadio/scaffale/cassettiera perchè lo spazio basta appena…

In compenso casa ha quasi un aspetto umano, magari dopo essere riusciti ad eliminare anche la quantità mostruosa di immondizia accumulanta, aver di nuovo passato l’aspirapolvere e dato una mano di straccio, dovremmo essere quasi pronti alla FE-STA FE-STA, visto che comunque in giornata (se tutto va bene, incrociamo le dita) dovrebbe arrivare anche la fornitura del gas.

In tutto questo ci si mette anche la consegnaurgente di un lavoro domani mattina… cheppalle, stasera mi tocca l’ufficio fino a tardissimo e domani mattina sveglia presto e partenza in macchina. Con la speranza che tutto vada bene, pena dover lavorare anche sabato magari.

Tornando all’organizzazione, visto che casa è più grande della precedente, ma non un maniero verranno effettuati inviti a rate (abbiamo solo 6 sedie per il momento).

Sicuramente il Batty e la Genesis saranno i primi, ma anche Ab3rro sarà invitato prima o poi, quindi avverti quando torni.

Mi piacerebbe invitare anche il buon pomarc (anche se non ti sto proprio dietro casa), fammi sapere quando puoi 🙂

Per il momento è tutto, torno al lavoro per diana…

Che vitella faticosa…

Niente, ho passato tutto questo week end lunghissimo (visto che per me era iniziato un giorno prima) ad impacchettare, spacchettare, trasportare, pulire, passare i cavi della corrente……

Partiamo dal presupposto che alla festa verranno invitati solo quelli che hanno fattivamente aiutato al trasloco (e tu sai che mi riferisco ate, chettepijaqualcosa, non potevi tornà sto fine settimana!).

Venerdì a parte gli impacchettamenti, noiosi piu che altro, c’è stato solo l’acquisto delle illuminazioni (delle quali Ramada si è già pentita ovviamente). Sabato invece, grazie all’aiuto di un baldo giovine (il Batty) e la balda Genesis siamo riusciti a spostare il grosso col il furgone e poi costruire un po’ degli ammennicoli indispensabili in giro per casa, come la scarpiera, il mobiletto per il bagno, ma soprattutto la cantinetta per il vino….

Domenica… siamo andati a pulire l’appartamento che abbiamo lasciato. A parte il fatto che contunuo a stupirmi di quanta cazzo di roba eravamo riusciti a stipare in 45 metri quadrati… ma quanto ci vuole a svuotarli e pulirli è impressionante. 8 ore abbondanti di pulizie di fondo…

Lunedì mattina elettricista che in quasi 7 ore di lavoro ha montato tutti i lampadari, faretti, applique, oltre a ripassare il cavo dell’antenna, ripassare i cavi della corrente, spostare delle prese, collegare tutti gli elettrodomestici di casa, rifilare il portaposate, passare la canalina dolve serviva. Tutto questo mentre io davo una mano un po’ a lui, un po’ a Ramada. Al termine di ieri sera in pratica è diventato quasi vivibile.

Rimane solo da comprerare una lista quasi infinita di piccoli oggetti mancanti (vedi scopetto del cesso, porta asciugamani, etc) oltra a riuscire ad avere la fornitura del gas. E poi FE-STA FE-STA FE-STA… per pochi, non per tutti… 😛

CIAO