Donne tududù (ricominciamoooooo)

Qui doveva esserci questa immagine, ma wordpress me se magna l’object con la preview di deviantart purtroppo. 😦

Eccoci di nuovo a parlare di quel poco che conosciamo del fantasmagorico mondo femminile (il noi è plurale miestatico naturalmente).Oggi affronteremo l’argomento “gelosia”
Esistono diversi tipi di geloso, cercheremo qui di analizzarne alcuni:

  • Il Finto Geloso
    Ovvero colui il quale nasconde (o tenta di nascondere) le sue pulsioni.
    Il tipo in questione solitamente ingoia qualsiasi attacco alla sua indole nascosta fino al momento in cui esplode, solitamente per eventi di ben poco conto, a causa della proverbiale goccia che fa traboccare il vaso.
    Arrivati a tal punto l’esplosione può interessate aree di territorio più o meno vaste, di tanto in tanto vengono rinvenuti i crateri derivanti da tali eventi, il più delle volte scambiati per punti d’impatto di meteoriti.
    Piccola postilla, alcuni soggetti presentano una piccola mutazione, all’atto dell’esplosione si trasformano nella tipologia del Rinfacciatore, di cui discuteremo qui di seguito.
  • Il Rinfacciatore
    Solitamente i soggetti facenti parte del tipo non hanno obiezioni riguardo i comportamenti del partner, salvo poi calare tra capo e collo improvvisamente una staffilata rinfacciando uno qualsiasi dei comportamenti sopra citati.
    Il rinfacciatore solitamente ha una memoria impressionante, riesce a scovare fatti/eventi risalenti quasi al big bang del rapporto, il primo incontro, la prima uscita o anche semplicemente il primo sguardo. In casi estremi è capace anche di dire “Guardavi me, ma anche altre tipe nel locale!”…
  • Il Geloso Cronico
    più che un tipo questo gruppo comprende una lunga serie di malati mentali che costringono il proprio partner a situazioni al limite della follia, a volte spronandoli proprio verso quello di cui si ha più paura.
    Da qui la frase “Se deve essere geloso, che ne abbia un serio motivo per esserlo” ed il primo che passa da quelle parti sarà molto felice per qualche minuto 😛
  • Il Menefreghista
    questo tipo di geloso è convinto di non aver alcun tipo di gelosia, che il partner può fare tutto quello che vuole, che la libertà è cosa buona e giusta, che ognuno deve avere i propri spazi.
    Solitamente il Menefreghista evolve in Finto Geloso o in Geloso Cronico dopo la prima batosta che gli viene rifilata dal partner così libero…. che ce se lo ritrova nel letto insieme a qualcun altro.
  • Il Geloso Retroattivo
    una delle categorie più interessanti, riesce ad essere geloso di un tempo in cui il partner non era nemmeno a conoscenza della propria esistenza, molto pericoloso perchè tende ad arrabbiarsi per ogni singolo riferimento al passato.
    Esiste un sottotipo molto interessante, L’inventore, di cui è tipica la convinzione che il partner sia pazzo e/o affetto da amnesia (indi per cui tutti i ricordi sono inventati), a volte arriva ad ipotizzare che il partner in realtà sia stato creato su misura dal creatore (o dalla pripria mente) solo il giorno in cui si è incontrato, prima di quel momento la sua esistenza non è in alcun modo ammissibile.

I sintomi tipici del momento geloso sono solitamente i seguenti:
– trasfigurazione del volto (solitamente la smorfia porta il partner ad assomigliare a Hulk o alla bestia degli X-Men)
– cambio del colorito (si passa da accese tonalità di rosso a violenti verdi acidi)
– fumo dalle narici (e dilatazione abnorme delle stesse)
– vene ben evidenti sulla fronte (solitamente la pressione sanguigna sale al limite dell’infarto)
– accavallamento delle corde vocali (il che porta a somigliare in modo impressionante ad una versione cattiva di satana).

Per evitare le tragiche conseguenze si consiglia vivamente di sparare al partner un tranquillante con l’apposito fucile fucile (come con gli animali di grossa taglia e/o particolarmente aggressivi), ripetere la somministrazione per 2/3 volte, in attesa che i sintomi si attenuino. In mancanza di fucile e tranquillante si suggerisce vivamente di scappare, lontano, molto lontano. A volte non basta cambiare solo prefisso, avere quindi un passaporto valido è sempre una ottima mossa.

Per il momento non me ne vengono in mente altre…
Naturalmente non è tutto così semplice…

Annunci
Pubblicato su Donnole. Leave a Comment »